Telefono e Fax
Tel: 0172425634 Fax: 0172439098

Come ti controllo l'azienda - main course => 4 - Ciclo Magazzino

Martedì 27/02/2018

a cura di Studio Dott. Antonio Cavaliere
Le procedure di controllo possono essere uno strumento di potere notevole per il management interno all'azienda soprattutto in tempo di automatizzazione e globalizzazione.



In un precedente intervento abbiamo identificato il concetto di Sistema di Controllo Interno aziendale. L'auditor, al fine di ottenere una comprensione dei sistemi contabili, di controllo e delle procedure interne, necessario per pianificare le attività di controllo (audit) e sviluppare un'efficace strategia di lavoro, deve dapprima identificare i cicli (processi) aziendali significativi, collegarli alle attività/operazioni sottostanti e quindi "mapparli" (evidenza). Questo fornirà una prima base di dati per pervenire ad un'iniziale valutazione dei rischi inerenti a ogni ciclo e quindi del rischio di controllo interno. La comprensione di questi concetti di rischio (inerente e di controllo), sarà parte integrante, insieme al rischio impresa e al rischio legato al lavoro del controllore "auditor", per determinare l'ampiezza qualitativa e quantitativa del lavoro da svolgere - revisione (audit).

Il ciclo magazzino

L'obiettivo principale del ciclo magazzino è la gestione ottimale del magazzino attraverso un valido trade-off tra le esigenze del ciclo acquisti, da una parte, e quelle della produzione e del ciclo vendite dall'altra parte.

Le attività elaborate attraverso tale ciclo sono:
  • ricevimento della merce;
  • disposizione delle merci in modo ordinato e controllo dei movimenti in entrata e in uscita;
  • spedizione della merce.


Il flusso documentale che provoca lo svolgersi di tale ciclo può essere così sintetizzato:
  • Bolla di entrata materia prima e merce;
  • Modulo di richiesta scarico in produzione;
  • Modulo di scarico magazzino materia prima;
  • Modulo di richiesta scarico merce;
  • Modulo di scarico magazzino merce;
  • Modulo di carico magazzino prodotti finiti;
  • Modulo di richiesta scarico prodotti finiti;
  • Modulo di scarico magazzino prodotti finiti;
  • Moduli inventario ciclico/permanente e/o inventario fine anno;
  • Bolle di uscita prodotti finiti e merce.


A livello di contabilità i reports producibili per il monitoraggio di tale ciclo e flusso documentale sono:
  • Libro inventario;
  • Report carico scarico (scritture di magazzino);
  • Report slow moving (lenta rotazione);
  • Report obsolete (obsoleto);
  • Report giacenze contabili;
  • Report giacenze fisiche (inventario).


I saldi di bilancio più importanti, influenzati dal ciclo magazzino per tipologia di operazione sono:

- ricevimento della merce:


1. debiti verso fornitori;
2. inventario fisico;
3. inventario contabile;
4. acquisti o costo del venduto;
5. resi su vendite;


- disposizione delle merci in modo ordinato e controllo dei movimenti in entrata e in uscita:


6. inventario fisico;
7. inventario contabile.


- spedizione della merce:


8. crediti v/clienti;
9. ricavi;
10. inventario fisico;
11. inventario contabile;
12. resi su acquisti.


I rischi inerenti a tale ciclo, possono derivare da:

a) condizioni macroeconomiche (crisi di settore, crisi di società, crisi politica);
b) complessità del flusso documentale e conseguentemente dei dati di bilancio (aziende che lavorano su commessa, operazioni intercompany, ecc.);
c) esperienza maturata sul cliente (ad esempio lo "score sheet" dell'anno prima).

Per tale ciclo, il Sistema di Controllo Interno all'azienda dovrebbe assicurare:
  1. che ci siano valide procedure per l'identificazione della merce, per il controllo qualitativo e quantitativo, e per i collaudi sia in uscita che in entrata;
  2. che ci sia una disposizione del magazzino fisico ordinato, in modo che sia facilmente identificabile nella sua composizione;
  3. che siano verificati i prelievi e le uscite e che siano autorizzati;
  4. che sia segnalata l'avvenuta uscita della merce agli uffici contabilità.


Esempi di validi controlli interni su tale ciclo possono essere:
  • Analisi giornaliera o settimanale di reports che evidenzino le giacenze con livelli superiori o inferiori ai livelli minimi previsti;
  • Analisi mensile di reports che consentano il confronto delle giacenze con quelli dell'esercizio precedente e quelle a budget;
  • Analisi mensile di reports che evidenzino il tasso di rigiro del magazzino per individuare ed isolare lo slow moving;
  • Analisi mensile di reports che evidenzino l'obsolete.


L' auditor accorto poi, oltre che ripercorrere tale controlli interni e far leva sulla propria personale esperienza, dovrebbe concentrare l'attenzione anche su quanto segue:

a) indici, parametri e reports utilizzati dalla direzione per monitorare gli indici di rotazione e di resi e come vengono utilizzati;
b) indici, parametri e reports che assicurino che le quantità contabili risultino effettivamente a magazzino; c) modalità di monitoraggio dello slow moving e dell' obsolete ;
d) modalità di monitoraggio dei livelli di scorta.
Le ultime news
Ieri
L'INPS, con la Circolare n. 74 del 25 maggio 2018, ha illustrato la disciplina del Fondo di solidarietà...
 
Ieri
Con il provvedimento n. 232 del 18 aprile 2018, inserito nella newsletter del 29 maggio 2018, il Garante...
 
Ieri
Con la Risoluzione n. 45/E del 19 giugno 2018 l'Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per...
 
Ieri
Sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del 19 giugno 2018 è stata pubblicata la Direttiva (UE)...
 
Ieri
L'ANCI ha pubblicato il volume "Il personale degli Enti Locali - Le assunzioni", un quaderno...
 
Giovedì 21/06
Con il provvedimento del 18 giugno 2018 l'Agenzia delle Entrate ha individuato le anomalie nei dati degli...
 
Giovedì 21/06
Sono in arrivo dall'Agenzia delle entrate-Riscossione le comunicazioni, per coloro che hanno aderito...
 
Giovedì 21/06
Nell'area "Comunicazione" del portale INAIL sono state pubblicate utili schede informative, redatte dai...
 
Giovedì 21/06
La Corte di Cassazione Civile, con l'ordinanza n. 12052 del 17 maggio 2018, ha stabilito che il dottore...
 
Mercoledì 20/06
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 117 del 22 maggio 2018, il decreto 10 aprile 2018, con...
 
Mercoledì 20/06
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato la circolare n. 177355 del 23 maggio 2018 con cui...
 
Mercoledì 20/06
Dal 10 luglio 2018 sulle polizze auto di responsabilità civile dovranno essere applicati degli sconti...
 
Mercoledì 20/06
Sul sito del Dipartimento delle Finanze è stato pubblicato il rapporto annuale sul contenzioso tributario...
 
Mercoledì 20/06
Il Ministero del Lavoro informa che è stato registrato dalla Corte dei Conti il decreto di riparto del...
 
Mercoledì 20/06
Con la Circolare n. 82 del 14 giugno 2018 l'Inps fornisce indicazioni sulle modalità di compilazione...
 
Mercoledì 20/06
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 134 del 12-06-2018 è stato pubblicato il Decreto del Ministero del Lavoro...
 
altre notizie »
 

Studio Bertola di Bertola Giovanni e Bertola Federico

Piazza C.Alberto, 27 - 12042 Bra (CN)

Tel: 0172425634 - Fax: 0172439098

Email: info@studiobertola.it

P.IVA: 03522130040

Pagina Facebook Pagina Google Plus Pagina Linkedin
Fotografia Gabriele Capra